COPPA ITALIA – FIORENTINA-INTER 1-2, PAGELLE: LAUTARO MARTINEZ IL MIGLIORE, CALHANOGLU BRILLA. BOCCIATI JOVIC E DZEKO

COPPA ITALIA – FIORENTINA-INTER 1-2, PAGELLE: LAUTARO MARTINEZ IL MIGLIORE, CALHANOGLU BRILLA. BOCCIATI JOVIC E DZEKO

 

COPPA ITALIA – I promossi e i bocciati della finale disputata allo stadio Olimpico di Roma. Il migliore in campo è Lautaro Martinez, che firma una doppietta da sogno. Calhanoglu straordinario, Barella firma un assist delizioso. Dzeko sprecone. Tra i viola prestazione da incorniciare di Bonaventura e Biraghi, Cabral si vede poco. Serata da incubo per Milenkovic.

Fiorentina-Inter, match valido per la finale della Coppa Italia 2022/2023 disputato allo stadio Olimpico di Roma, è terminato sul punteggio di 1-2. Viola in vantaggio con Nico Gonzalez al 3′, rimonta nerazzurra firmata dalla doppietta di un superlativo Lautaro Martinez, a segno al 29′ e al 37′. Gara arbitrata da Massimiliano Irrati di Pistoia. Grazie a questo successo l’Inter vince la nona Coppa Italia della sua storia agganciando la Roma al secondo posto nell’albo d’oro della competizione alle spalle della Juventus (14). Qui di seguito i voti ai protagonisti della partita per capire l’andamento della gara.

 

LE PAGELLE DELLA FIORENTINA

Pietro TERRACCIANO 6 – Trafitto due volte e senza colpe da Lautaro Martinez, reattivo sulla cannonata di Lukaku nella ripresa.

DODÔ 6 – Parte molto bene, da un suo anticipo in mezzo al campo nasce l’1-0. Poi sbaglia un paio di appoggi e si perde un po’. Splendida diagonale a inizio ripresa a evitare la tripletta di Lautaro.

dall’82’ Aleksa TERZIC 6 – Gioca uno scampolo di partita ma riesce a farsi notare per un paio di palloni molto interessanti messi in area nell’infuocato finale.

Lucas MARTINEZ QUARTA 5 – Nei primi 20 minuti sembra insuperabile e si fa apprezzare anche per un paio di blitz offensivi. Perde l’equilibrio sull’1-1 di Lautaro, il Toro non perdona e da quel momento la sua partita cambia.

dal 70′ Luca RANIERI 6 – Si posiziona al centro della difesa concedendo il meno possibile a Lukaku. Non demerita.

Nikola MILENKOVIC 4,5 – Si addormenta sull’1-1 di Lautaro, sale in ritardo e tiene in gioco l’argentino. Poi viene bruciato dal Toro anche sull’1-2. Notte da incubo.

Cristiano BIRAGHI 6,5 – Tiene testa a Dumfries lottando su ogni pallone da vero capitano e crossa a centro area diversi palloni molto interessanti. Uno degli ultimi ad arrendersi.

Sofyan AMRABAT 5,5 – Corre senza fermarsi mai e inevitabilmente la lucidità negli ultimi trenta metri non può essere al top. Bene in fase di interdizione, macchinoso quando deve costruire.

dal 70′ Luka JOVIC 5 – Spreca una gigantesca palla gol sull’1-2 sparando da due passi col sinistro su Handanovic. Bravo il portiere dell’Inter, certamente, ma da quella posizione avrebbe dovuto fare meglio. Si divora anche un’occasione clamorosa con una girata di testa non certo impossibile.

Giacomo BONAVENTURA 7 – Straordinario per qualità e intensità delle giocate. Fa partire lui l’azione dell’1-0, prezioso anche in fase difensiva. Inesauribile, prestazione maiuscola.

Jonathan IKONÉ 6 – Suo l’assist per il gol dell’1-0 di Nico Gonzalez. Sembra nella serata giusta, in realtà dura poco e si spegne troppo presto. Esce dopo un’ora.

dal 60′ Riccardo SOTTIL 5 – Si fa notare solo quando protesta chiedendo un rigore (che non c’è) dopo un contatto con Dumfries. Impatto zero sulla partita.

Gaetano CASTROVILLI 6 – Dentro la partita fin dal primo minuto. Con i suoi inserimenti crea superiorità sulla trequarti. Spreca una grossa palla gol a inizio ripresa.

dal 60′ Rolando MANDRAGORA 6 – Si piazza in mezzo al campo e smista palloni per organizzare l’assalto finale.

Nicolas GONZALEZ 6,5 – Spacca subito la partita con una zampata da grande opportunista, poi ha un’altra buona occasione ma la spreca. Nel secondo tempo si accende a intermittenza.

Arthur CABRAL 5 – Scende in campo in non perfette condizioni fisiche, lotta come un leone e prova a rendersi utile con sponde e pressing. Poco servito, impegna Handanovic solo con un paio di conclusioni tutt’altro che irresistibili.

All.: Vincenzo ITALIANO 6 – Approccio perfetto alla partita, un’Inter così in difficoltà negli ultimi due mesi non si era mai vista. Paga a caro prezzo un errore di presunzione sull’1-0, quando la squadra concede troppo spazio alle ripartenze dei nerazzurri. Finale arrembante e generoso, ma non basta. Il cammino resta da applausi.

 

LE PAGELLE DELL’INTER

 

Samir HANDANOVIC 6,5 – Incolpevole sul gol di Nico Gonzalez, poi è bravo a dire no a un destro dell’argentino diretto sotto l’incrocio. Rischia il patatrac con un’uscita da brividi su Cabral, ma è letteralmente decisivo con una paratona su Jovic.

Matteo DARMIAN 6,5 – Ikoné sfonda subito dalla sua parte mettendolo in difficoltà, ma ha la forza di rialzarsi presto. Salvataggio miracoloso nel finale.

Francesco ACERBI 6,5 – Dirige la linea difensiva con la consueta esperienza. Sbaglia pochissimo e fa valere tutta la sua prestanza fisica quando serve.

Alessandro BASTONI 6 – Passivo sul gol di Nico Gonzalez, ma le colpe sono da cercare altrove. Attento e tempestivo soprattutto sui palloni alti. Rimedia un cartellino giallo pericoloso e dopo meno di un’ora Inzaghi lo toglie.

dal 58′ Stefan DE VRIJ 6 – Si mette l’elmetto a centro area e dà il suo contributo per respingere il furibondo assalto finale della Fiorentina.

Denzel DUMFRIES 6 – Appena può spinge a tutta. Serve a Dzeko un gran pallone e – soprattutto nella ripresa – le sue scorribande sono utili per far rifiatare la squadra e per alzarla.

Nicolò BARELLA 7 – Gioca con la consueta personalità e sicurezza. L’assist morbido per l’1-2 di Lautaro è una delizia. Giocatore che sa fare la differenza, anche e in particolar modo in partite come questa.

Marcelo BROZOVIC 6,5 – Inizio in apnea su Bonaventura che gli scappa da tutte le parti. Poi si inventa un grande assist per il gol di Lautaro. Il ritmo forsennato della Fiorentina lo mette in difficoltà, se la cava con l’esperienza.

Hakan CALHANOGLU 7,5 – Quando alza i giri del motore per la Fiorentina sono

guai. Macina chilometri senza mai perdere la pulizia tecnica. Altra prova molto positiva, da leader. Meritava di rimanere in campo fino alla fine.

dall’83’ Roberto GAGLIARDINI s.v. – In campo poco più di dieci minuti, stavolta senza fare danni. Non giudicabile.

Federico DIMARCO 5 – In clamoroso ritardo sul gol di Nico Gonzalez. Partita costellata da imprecisioni e sbavature: di sicuro non il Dimarco cui ormai ci siamo abituati.

dal 68′ Robin GOSENS 6 – Spreca una palla gol invitante su assist di Lukaku. Ha più gamba di Dimarco e nel finale un paio di suoi recuperi in fase difensiva si rivelano preziosi.

Lautaro MARTINEZ 8,5 – Mette Dzeko davanti a Terracciano, ma il bosniaco sbaglia. Poi segna il gol numero 100 con l’Inter con un diagonale perfetto e spietato e il 101 con una girata di destro al volo sotto la traversa. In stato di grazia, immarcabile e incontenibile.

dall’83’ Joaquin CORREA s.v. – In campo nel finale al posto di un esausto Lautaro. Non giudicabile.

Edin DZEKO 5 – Si divora una colossale palla gol a tu per tu con Terracciano con un errore tecnico e concettuale non da lui. Non lucido su un paio di ripartenze. Insomma, non proprio il miglior Dzeko.

dal 58′ Romelu LUKAKU 6,5 – Impegna Terracciano con un bolide di sinistro, poi confeziona una palla gol per Gosens che spreca. È tornato imprendibile quando parte a testa bassa palla al piede. Nel finale la squadra si abbassa un po’ troppo e lui si vede meno.

All.: Simone INZAGHI 7 – Si conferma straordinario Re di Coppe e porta nella bacheca dell’Inter il quarto trofeo con la sua firma. Azzecca ancora una volta le scelte e dosa con intelligenza le energie dei giocatori senza prendersi rischi inutili e senza guardare in faccia nessuno (vedi Dzeko). Ha in mano la squadra e la squadra lo segue con convinzione. Approccio rivedibile, così come eccessiva è la sofferenza nel finale. Ma il risultato gli dà ragione.

 

 

ENTRA E INIZIA A FAR PARTE DEL NOSTRO GRUPPO TELEGRAM

RIMANI AGGIORNATO

 

 

                                          CALCIOCHAMPAGNE: STA CERCADO PROPRIO TE 

                                               SELEZIONIAMO 5 TIPSTER DA INSERIRE NEL NOSTRO STAFF LEGGI IL NOSTRO ARTICOLO QUI 

<

PAGINE SOCIAL