Pioli: ‘Leao sta bene, può giocare dal 1′. Messias e Krunic recuperati. In campo col trequartista. Inzaghi? Mani avanti’

Pioli: ‘Leao sta bene, può giocare dal 1′. Messias e Krunic recuperati. In campo col trequartista. Inzaghi? Mani avanti’

 

Il tecnico del Milan Stefano Pioli ha parlato a Sky Sport in vista dell’Euroderby di ritorno di domani sera, contro l’Inter: “Lo stato d’animo è quello di una squadra che sa di avere ancora una grandissima occasione, è una vigilia dettata da attenzione e determinazione per ribaltare un pronostico che oggi ci vede sfavoriti. In pochi avrebbero pensato ad un Milan a questo punto. E’ chiaro che vogliamo andare in finale, il primo tempo non è andato come volevamo poi nella ripresa abbiamo migliorato. Siamo concentrati e preparati per fare una partita diversa rispetto all’andata”.

Cosa serve per una gara diversa?

“E’ solo un discorso di testa e di gioco. Vinceremo se riusciremo a giocare meglio, se riusciremo a stare attenti e a limitare il numero degli errori, magari sfruttando quelli loro”.

Come sta Rafa Leao?

“Sta bene, sembra stare bene. Ieri ha fatto quasi totalmente allenamento col gruppo, oggi ci auguriamo che possa farlo tutto così come Krunic e Messias in modo che siano disponibili”.

Il confronto con i tifosi?

“Il pubblico ha sempre fatto la differenza e ci ha sempre sostenuto, almeno nella mia gestione. Sapere di avere un popolo così che ci sostiene è uno stimolo a dare il massimo”.

Il ritiro pre Champions?

“Conosciamo la storia di questo club in questa competizione, vogliamo entrarci anche noi. Restiamo qua per la rifinitura, poi partiremo con passione e determinazione per affrontare questa partita”.

Che Milan dovrà essere?

“Equilibrato, compatto, credere e giocare da squadra che può battere gli avversari. Sappiamo quanto sarebbe importante andare in vantaggio, ma non conta quando troveremo il gol”.

Che discorso farà alla squadra?

“Sì, ne abbiamo già iniziato a parlare. Noi dobbiamo ricordarci l’andata per le cose che non hanno funzionato. Discorsi motivazionali se ne possono fare tanti, ma dovremo vivere questa partita con un atteggiamento mentale sopra le righe”.  Poi in conferenza:

In queste ore cosa le stanno dicendo gli occhi della squadra?

“Che ci sono concentrazione e motivazione, che si stanno preparando al meglio possibile per provare a vincere la gara di domani”.

Leao come sta? Ci sarà?

“Sta meglio, come Krunic e Messias. Se tutto va come deve andare, saranno a disposizione per la rifinitura di oggi pomeriggio e saranno della partita domani”.

Per certi versi è più facile preparare la partita di domani?

“Non credo sia facile. Credo che abbiamo un obiettivo importante ovvero vincere la partita e provare a qualificarci per la finale di Champions, che nessuno avrebbe mai pronosticato, così come a inizio anno nessuno avrebbe mai pronosticato una nostra presenza in semifinale. La preparazione sarà la migliore possibile. So che possiamo giocare una grande partita e so quanto sono forti i miei giocatori”.

Come si prepara una partita con questo svantaggio e come ha vissuto questa settimana?

“L’ho vissuta con l’obiettivo di mettere in campo una grande prestazione. Non sarà sufficiente il livello del secondo tempo dell’andata, dobbiamo alzare il livello. La partita è lunga, vogliamo iniziarla meglio e dobbiamo sbagliare il meno possibile e sfruttare i loro errori”.

Nei derby avete sofferto gli inizi gara. Cosa dovete fare per non ripetere gli errori delle altre volte?

“Dobbiamo arrivare prima sulle seconde palle, avere un approccio diverso rispetto alle ultime volte”.

Ha sempre detto che queste partite si preparano da sole. C’è un tasto su cui ha battuto negli ultimi giorni?

“Abbiamo parlato solo del derby. Questi sono appuntamenti che sognamo di vivere. Sappiamo che abbiamo un handicap così come abbiamo le qualità per ribaltarla”.

Senza Bennacer, che centrocampo vedremo?

“Dispiace per l’infortunio di Isma. Domani mattina si opera. Giocheremo con altre caratteristiche, con un trequartista in più rispetto all’andata. Magari va meglio dell’andata”

Ci sono delle esperienze passate che la possono ispirare?

“Chi fa calcio sa che le partite non sono mai finite fino alla fine e le imprese esistono. E noi ci crediamo”.

E’ un luogo comune o la verità che l’Inter è la squadra che mette più in difficoltà il Milan?

“L’Inter è una squadra forte che ha caratteristiche che ci hanno messo in difficoltà”.

Con Calhanoglu regista vi mette più in difficoltà rispetto a Brozovic?

“No, non credo sia quella la situazione”.

Sulle situazioni di palla da fermo, è solo una questione di centimetri o anche di concentrazione? La differenza nella produzione offensiva è dovuta solo dalle possibilità di scelta?

“Non siamo una squadra altissima, è un fatto. Dobbiamo difendere di più e meglio le palle inattive. Abbiamo avuto le nostre chance offensive, ma non le abbiamo sfruttate. Dobbiamo capitalizzare al massimo le occasioni che creiamo. L’Inter ci concederà qualcosa e dobbiamo sfruttarlo”.

Che cosa pensa della designazione di Turpin e delle parole di Inzaghi?

“E’ un suo commento.. Non  mi piace mettere le mani avanti”.

Nella partita d’andata ci sono stati errori simili in altri derby. Ed è sembrato che l’Inter avesse più gamba. Ci sono difficoltà tattiche e mentali?

“Abbiamo commesso degli errori. Non sono gli stessi delle altre volte. Dobbiamo limitare il più possibile i nostri errori. Dobbiamo essere più pronti a leggere le situazioni”.

Leao giocherà domani?

“Se fa la rifinitura al completo, gioca dall’inizio”.

ENTRA E INIZIA A FAR PARTE DEL NOSTRO GRUPPO TELEGRAM

RIMANI AGGIORNATO

#MilanInter: la conferenza stampa pre-partita | #ChampionsLeague ⚽️🥂

MILAN - INTER | PRE-MATCH PRESS CONFERENCE LIVE 🔴 @leovegasnews 🎙️⚫🔵 UEFA Champions League:⚽️🥂

PAGINE SOCIAL