L’Italia riparte: 2-0 a Malta nel segno di Retegui

L’Italia inverte subito la marcia dopo la sconfitta subita per mano dell’Inghilterra al Diego Armando Maradona di Napoli. Il percorso verso Euro 2024 prosegue con la vittoria degli Azzurri contro Malta per 2-0, grazie alle reti firmate da Retegui – sempre più centrale e coinvolto nelle manovre degli uomini di Mancini – abile a capitalizzare una pennellata da angolo di Tonali, e da Pessina, rapido a capitalizzare sotto porta l’assist fornito da Emerson Palmieri. Successo fondamentale per gli Azzurri che trovano così i loro primi 3 punti nel Gruppo C. Parte l’inseguimento alla selezione dei Tre Leoni, oggi vittoriosi nel loro match contro l’Ucraina. Nona affermazione – in altrettanti incontri – per l’Italia contro Malta, che vede aumentare il proprio recente score negativo: undicesima sconfitta consecutiva in una partita valida per le qualificazioni agli Europei.

LA PARTITA – Il match comincia subito con un pericolo per gli Azzurri. Malta rischia di passare in vantaggio dopo pochi minuti. Satariano s’invola, infilandosi tra le maglie della retroguardia della Nazionale. Colpo centrale a botta sicura ma Donnarumma compie un vero e proprio miracolo, con un grande riflesso. La risposta dell’Italia non si fa attendere ed arriva con una conclusione da fuori di Romagnoli. È solo il primo accenno dell’inevitabile. Su un corner dalla sinistra battuto da Tonali, Retegui è perfetto a farsi trovare libero. Sfrutta le incertezze della difesa maltese – colpevole di lasciarlo solo in area da rigore – stacca indisturbato e mette a segno il suo secondo gol in maglia azzurra, alla seconda presenza, un record centrato in altre tre sole occasioni. Dopo il due su due dell’italo-argentino, è Matteo Pessina – che entra nella storia del Monza – a mettere in discesa il match per gli uomini di Roberto Mancini. Emerson Palmieri riceve sulla fascia, cross basso e tagliente al centro dell’area piccola, dove il capitano del Monza, dopo un tocco di Tonali, riesce a girare alle spalle di Bonello. Gli Azzurri continuano ad attaccare ed è Grifo – subentrato a Gnonto, uscito per un infortunio alla caviglia – a sfiorare il tris: palla di Di Lorenzo dalla destra e conclusione a botta sicura del giocatore del Friburgo. Bonello si supera e respinge ma, sulla ribattuta, Mbong frana sul 7 dell’Italia, impedendogli di insaccare. Il contatto sembra netto ma il VAR decide di non intervenire dopo un breve check.

Gli uomini di Mancini – capitanati quest’oggi da Donnarumma – mantengono il controllo del match. Retegui è l’uomo in più di questa Nazionale ed in due occasioni, nella ripresa, non riesce a centrare la sua doppietta personale, sempre da corner, sempre di testa. Dopo il primo quarto d’ora, Malta torna a farsi viva nella metà campo azzurra, senza mai impegnare, però, l’estremo difensore del PSG. L’ingresso di Scamacca si fa subito sentire, con il centravanti del West Ham che sfiora il 3-0 con una giocata in acrobazia. Bonello è reattivo a mandare in angolo. La formazione di Mancini respira, complici anche i cambi effettuati dal CT, e non subisce le offensive della selezione isolana. I giocatori di Marcolini tentano qualche sortita offensiva ma la retroguardia azzurra è attenta e precisa a non concedere nulla. Primi tre punti per l’Italia in questo Gruppo C di qualificazione agli Europei 2024.

La probabile formazione (4-3-3):

Donnarumma; Darmian, Scalvini, Romagnoli, Emerson; Tonali, Cristante, Verratti; Politano, Retegui, Gnonto. Ct: Mancini.

 

 

CLICCA QUI SOTTO

ENTRA NELLA NOSTRA PAGINA TELEGRAM

Malta - Italia 0-2| hIghlights

PAGINE SOCIAL